Logos

logosQuinto incontro delle “Conversazioni intorno al Pensiero”. La storia di una parola come storia di un mondo, una parola come traccia vivente – disseminata in ogni angolo del nostro linguaggio – della “sorgente nascosta” (Heidegger) del destino dell’Occidente.


Corso per imparare ad imparare

imparare-a-imparare

Percorsi per scoprire le proprie potenzialità nello studio, trarre il massimo beneficio dai propri punti di forza, prendere consapevolezza dei propri punti di debolezza e limitarne o eliminarne gli effetti negativi.

Perché? L’insufficienza, nello studente, di una corretta percezione delle proprie potenzialità effettive e delle strategie di studio ad esse più adeguate produce una serie di conseguenze molto pericolose: distrazione, stanchezza, disorganizzazione, instabilità degli apprendimenti, sfiducia, ecc. In poche parole, essa è probabilmente la causa principale degli insuccessi scolastici.

Che cosa? Tutti noi impariamo in un modo diverso, determinato da vari fattori approfonditamente studiati dalla psicologia della cognizione e dalle scienze dell’educazione. Non esiste, dunque, un metodo di studio valido per tutti. Il percorso di Imparare ad imparare accompagna ogni singolo studente in un itinerario individuale di riflessione, di analisi, di sintesi, di costruzione di nuove competenze di studio e di relazione.
Chi? Il percorso si rivolge a tutti gli studenti di scuola media superiore e a quelli che stanno per diventarlo, ovvero gli studenti dell’ultimo anno della scuola media inferiore.

Come? Le attività vengono svolte in piccoli gruppi (di massimo 5 studenti), attraverso incontri settimanali di un’ora e mezza in orario pomeridiano (da concordare). Il percorso di base si svolge in 2/3 mesi di attività (la durata è variabile in ragione delle esigenze e della risposta dei singoli).

Quando? I percorsi possono essere avviati in ogni momento dell’anno scolastico. Sono previsti percorsi intensivi nei periodi di sospensione delle lezioni.

Dove? Presso Associazione “ Ri-me”, Associazione di promozione sociale e culturale senza fini di lucro, sita in via Cialdi 20, Civitavecchia. Per la frequenza è richiesto un contributo spese.

Responsabile delle attività: Giuseppe Nuccitelli insegna Filosofia e Scienze umane nella scuola superiore pubblica. Ha pubblicato monografie e articoli di argomento filosofico e didattico. Ha collaborato, a diverso titolo, con l’Università di Roma Tre e con l’Università per Stranieri di Siena. È stato autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici. È stato autore, responsabile e collaboratore di numerosi progetti europei in ambito educativo e formativo.

Per informazioni: tel. 3922588306. o cliccando qui


Pensare la Vita

pensare-la-vita

Un percorso di riscoperta della tradizione della filosofia occidentale come strumento di interpretazione del nostro tempo e di elaborazione dei problemi e dei conflitti della vita quotidiana

Che cosa? Il percorso, articolato – nella sua configurazione di base – in 10 incontri di un’ora e mezza con cadenza settimanale, propone un affascinante itinerario di riscoperta della tradizione del pensiero occidentale.
Come? Questo rinnovamento si sviluppa attraverso la sollecitazione di due prospettive complementari: da una parte, attraverso un percorso di scoperta che distingue chiaramente, nelle origini della filosofia, le radici della nostra quotidianità, compresi i suoi aspetti problematici; dall’altra, attraverso una conseguente ripresa di questi stessi aspetti problematici, colti nel tessuto dell’esperienza effettiva di ciascuno di noi, che li approfondisce attraverso la loro collocazione in una tradizione di pensiero e dei metodi di ricerca che essa ci pone a disposizione.

Perché? La filosofia non è una disciplina come le altre, ma la radice stessa del mondo occidentale. Essa, dunque, non è in alcun modo qualcosa di lontano e di astratto, come si ritiene nell’opinione prevalente del nostro tempo. Essa è, al contrario, la matrice dalla quale derivano il nostro modo di essere e di pensare, fin nei suoi risvolti più quotidiani. Comprendere questa matrice è un passaggio ineludibile per vivere il nostro tempo in modo consapevole e creativo.

Chi? Il percorso è aperto a tutti, senza altra limitazione che l’età minima di 16 anni.
Quando? In orario pomeridiano o serale, da concordare con i partecipanti.
Dove? Presso Associazione “ Ri-me”, Associazione di promozione sociale e culturale senza fini di lucro, sita in via Cialdi 20, Civitavecchia. Per la frequenza è richiesto un contributo spese.
Responsabile delle attività: Giuseppe Nuccitelli insegna Filosofia e Scienze umane nella scuola superiore pubblica. Tra i suoi scritti filosofici: Il contagio filosofico. L’odissea ideativa di Nietzsche attraverso la lunga infermità, Guerini e Associati, Milano 1996; Origine dell’arte e arte delle origini, L’Harmattan, Torino 2003. Ha collaborato, a diverso titolo, con l’Università di Roma Tre e con l’Università per Stranieri di Siena. È stato autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici.

Informazioni: tel. 3922588306. o utilizzando il cliccando qui